lunedì 31 marzo 2014

Tartare di gamberi, asparagi e pasta di salame


Questo piatto nasce dalle sperimentazioni del cucinare crostacei con lavorati del maiale come insaccati o macinati. Il sapore dolce del gambero dalla consistenza morbida abbinato al salato della pasta di salame scottata si spegne in bocca sull'asparago che rende il gusto più tondo. 


Difficoltà **    Costo ****   Tempo di preparazione 25'
 
Tempo di cottura 10'



INGREDIENTI per una persona  per la tartare:


- 4 gamberi rossi crudi (nel caso non abbiate un pescivendolo di fiducia congelateli in freezer per almeno 48 ore) Diffidate da chi vi propone il pesce sul bancone da consumare crudo. Normalmente il pesce per essere mangiato crudo si deve ordinare giorni prima a meno che non si parli di negozi specializzati. Alcuni negozi offrono il servizio di abbattimento in cella quindi se potete approfittatene. 
- scorza di limone 
- olio extravergine 2 cucchiai
- pepe bianco
- sale rosa

per la pasta di salame

- consiglio la pasta di salame di maiale nero se non la trovate va bene una salamella poco speziata circa 10 g 
- scalogno 
- olio extravergine 1 cucchiaio 

per gli asparagi:

- 100 g di asparagi solo parte morbida (5/6cm dalla punta)

PREPARAZIONE:

Per prima cosa mettete le punte di asparagi in acqua bollente per circa 5 minuti poi scolateli e tagliateli a dischi conservando 2 punte per la decorazione. 
Aprite i gamberi rimuovendo l'intestino e tartarizzateli con un coltello senza frullarli. Tenete un gambero per decorazione completo di testa e coda.
Mettete la tartare in una ciotola con olio sale pepe bianco e scorza di limone.
Copritela col celofan e mettete in freddo. 
In una padella antiaderente mettete l'olio e lo scalogno tritato fine. Quando il soffritto sarà pronto mettete la pasta di salame e scottatela poi in forno pre riscaldato col grill a 200° (2 min). Ricordatevi di tenere il soffritto della pasta di salame la quale deve diventare abbastanza croccante. 

IMPIATTAMENTO:


Per impiattare consiglio un piatto piano abbastanza piccolo trattandosi di un antipasto/secondo. Con un coppapasta disponete prima i dischi di asparagi sul fondo ben scolati, successivamente la tartare. Spennellate il tutto con il soffritto di cottura della pasta di salame aggiungete la pasta di salame croccante sopra la tartare e due punte di asparagi. 

VINO:

Consiglio un Vermentino Maremmano ottimo vino da abbinare specialmente ai crostacei. 

PER LA PIPA:

Per i tabagisti consiglio un Rattray's medium Reserve un accento scozzese che vi farà apprezzare ancora di più queste giornate umide e piovose. 

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...